Ammiraglio di Squadra (r) Giorgio Lazio

L’Ammiraglio Giorgio LAZIO è nato a Treviso. Ha frequentato il Collegio Navale "F. Morosini" di Venezia e l'Accademia Navale di Livorno, dove al termine del ciclo di studi si è classificato primo del suo corso. Dopo essere stato imbarcato a bordo di diverse Unità Navali come Ufficiale di Rotta e Addetto alle Comunicazioni, nel 1990 ha assunto il comando del Pattugliatore "SPICA", caratterizzato da speciali dotazioni ed equipaggiamenti antinquinamento, fornendo un fondamentale contributo alle operazioni di contenimento dell’inquinamento durante l’emergenza ambientale causata dal naufragio della petroliera Haven nel mar Tirreno.

Nel 1991 è stato assegnato al suo primo incarico a terra, inizialmente presso il 2° Reparto dello Stato Maggiore della Marina, successivamente nel periodo 1994-1996 è stato Comandante alla Classe in Accademia Navale e, infine, ha frequentato il 25° Corso Superiore presso la Scuola di Guerra Marittima.

Dal 1997 al 1998 ha prestato servizio presso l’allora sede delle Forze di Attacco della NATO (COMSTRIKFLTLANT) a Norfolk (Stati Uniti), dove ha contribuito allo sviluppo e consolidamento del comando.

Tornato in Italia, ha frequentato il Corso I.S.S.M.I. presso il Centro Alti Studi Difesa a Roma e nel 1999-2001 ha assunto il comando della Fregata "SCIROCCO", operando in Oceano Atlantico e Mar Mediterraneo, e successivamente della 1ª Divisione Corvette, svolgendo anche funzioni di Ufficiale Valutatore della Scuola Comando Navale.

Nel 2001 ha iniziato il suo secondo periodo di incarichi a terra presso il 3° Reparto Piani ed Operazioni dello Stato Maggiore della Marina. Come Capo dell’Ufficio Politica Navale ha promosso l'iniziativa Adriatico Ionica (ADRION), la dimensione marittima della Iniziativa 5 + 5 nel Mediterraneo occidentale e ha svolto un ruolo di primo piano nello sviluppo del V-RMTC nel Mediterraneo e Mar Nero.

Nel 2006-2007 ha assunto il Comando dell’Incrociatore Portaeromobili "GIUSEPPE GARIBALDI" operando all'inizio del suo mandato nelle vicinanze della costa libanese a sostegno della risoluzione ONU 1701 (Operazione LEONTE).

L’Ammiraglio Lazio aveva appena raggiunto lo Stato Maggiore della Difesa quando fu selezionato come Assistente Militare del Presidente del Comitato Militare della NATO a Bruxelles (Belgio), in un periodo (2008-2011) in cui la NATO ha subito una rivoluzione più che un'evoluzione, accogliendo due nuovi membri, varando un nuovo Concetto Strategico, avviando una profonda riforma della sua struttura e gestendo nel contempo cinque operazioni simultanee in tre continenti.

Dal gennaio 2012 al marzo 2013 ha ricoperto l’incarico di Capo dell'Ufficio Politica Militare nel Gabinetto del Ministro della Difesa, al termine del quale è stato nominato Capo di Stato Maggiore del Comando Marittimo NATO (HQ MARCOM) a Northwood (Regno Unito), indirizzandone il processo di crescita e trasformazione fino al raggiungimento della piena capacità operativa e gestendo simultaneamente due operazioni (OCEAN SHIELD in Oceano Indiano e ACTIVE ENDEAVOUR in Mediterraneo).

Dal 19 dicembre 2016 al 21 ottobre 2021, data del suo ritiro, ha ricoperto la responsabilità del Comando Marittimo Nord, di base alla Spezia, assolvendo attraverso 21 Comandi dipendenti compiti nei settori logistico/territoriale, amministrativo, legale, presidio, difesa installazioni, mobilitazione/completamento delle forze, polizia militare, protezione civile, antinfortunistica e tutela ambientale, supporto operativo e tutela delle informazioni classificate e del segreto di Stato, con competenza territoriale sull’Italia Settentrionale e la Sardegna. Il Comandante Marittimo si colloca come elemento della Marina Militare di interfaccia con le autorità governative, amministrazioni ed entità locali presenti nelle, allora, 11 Regioni di giurisdizione.

Dopo il suo ritiro ricopre la funzione di Presidente della Fondazione "Tender To Nave Italia", una iniziativa congiunta fra Marina Militare e Yachting Club Italiano di Genova in supporto alle disabilità e al disagio sociale.

Egli è in possesso di una laurea magistrale, con il massimo dei voti, in Scienze Marittime e Navali e di un Master in Studi Internazionali strategico-militari. Ha ricevuto diversi riconoscimenti e decorazioni. Oltre alla madre lingua, parla correntemente inglese e francese. Gli piace leggere e fare lunghe passeggiate all'aperto sulla costa Ligure e Tirrenica, dove si è stabilito da molti anni.

logo

Sede

La Spezia

Contatti